Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni sottostanti dichiari di aver preso visione di questo messaggio e di accettare la raccolta di cookie durante la navigazione.

Diritti e Doveri

Tutto quello che c'è da sapere sul tuo amico e sugli obblighi nei suoi confronti

Non abbandonarli

Ogni estate ci si trova davanti ai soliti cartelloni, pubblicità, campagne di sensibilizzazione... tutte azioni che lasciano indignati i più "affezionati" ma che a quanto parte non smuovo le grandi menti che tutti gli anni ci RICASCANO.


fotolia 78947952Il periodo estivo è quello in cui maggiormente si concentra il maggior numero di abbandoni. Questo fenomeno, conosciuto purtroppo ormai da veramente troppi anni causa innumerevoli danni collaterali.

Parte degli animali abbandonati muore per denutrizione, depressione, nei peggiori dei casi (dipende dai punti di vista) la loro vita termina in solitudine sotto le ruote di qualche macchina.
Sono proprio le strade il luogo prescelto per la maggior parte delle "persone" che decidono di non voler più il proprio amico di vita... magari per una stupida vacanza!

Nella migliore delle ipotesi questi piccoli animali, gatti, conigli e nella stragrande quantità cani, terminerà invece la proria vita in qualche gabbia, rinchiusi in piccoli spazi di un qualche canile.

I dati legati a questo triste e riprovevole atteggiamento sono imbarazzanti, una vergogna nei confronti di chi si reputa "animale intelligente"... l'uomo!

Negli ultimi anni in Italia ecco cosa è successo:
Cani abbandonati        c.a 110.000/anno
Cani randagi                250.000
Cani portati ai canili     700.000

Nella sola rete autostradale, negli ultimi 10 anni, ci sono stati oltre 50.000 incidenti causati da animali vaganti, e per questo oltre 300 persone hanno perso la vita.

Oggi, dopo le tante lotte a tutela dei nostri amici da compagnia, l'abbandono è un reato penalmente perseguito (ai sensi dell'Art. 727 del codice penale così come modificato dalla legge n.189/2004)

fototoscanirandagismoSi fanno da anni campagne di sensibilizzazione ma questo non basta!

Nel 2008 l'ANCI fece una grande campagna intitolata "Tu di che razza sei? Umana o disumana?".
Questa domanda è uno spunto per toccare le coscenze di ognuno di noi, spingendo a non disfarsi del pelosetto di casa.


L’interrogativo provocatorio utilizza un tono diretto, un linguaggio semplice, un messaggio chiaro e facilmente comprensibile. Nel messaggio è inoltre presente il richiamo al fatto che l’abbandono di un animale costituisce un reato penalmente perseguito.

La campagna è stata sviluppata in modo diretto ed efficace: un provvedimento studiato in modo intelligente per inculcare nella testa degli italiani che l’abbandono è un gesto ignobile e, come tale, punibile penalmente.

Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro.

Siamo dell'idea che non dovrebbe essere la paura di una punizione a guidare le proprie azioni, e che forse la scelta di mettersi un compagno di vita in casa si fa spesso con troppa leggerezza ma... l'unico modo che abbiamo per cercare di frenare quasto vile gesto, è questo di sensibilizzare almeno i nostri amici, i nostri clienti sperando che anche loro facciano la stessa cosa con tutti quelli che conoscono!

 

Il messaggio che oggi, il Centro Veterinario Salema vuole lasciarvi è solo questo:
"Grandezza e progresso morale di una nazione si possono guidicare dal modo in cui tratta gli animali" Gandhi
"Il compito più alto di un uomo è sottrarre gli animali alla crudeltà." Emile Zola

 

Via Campania 3B+39 0744 406 995info@ centroveterinariosalema.it

footer logo

Nel Centro Veterinario Salema, gli animali da compagnia sono seguiti con grande professionalità e amore. 

Il nostro esperto staff è in grado di seguire professionalmente e accuratamente qualsiasi patologia, individuandone ogni volta le terapie più efficaci e meno invasive possibili.

Photo Gallery