Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni sottostanti dichiari di aver preso visione di questo messaggio e di accettare la raccolta di cookie durante la navigazione.

La Rubrica dei Perchè

Tante mini-pillole per spiegare alcuni dei simpatici perchè...

ALLARME Processionaria

Con la stagione calda arriva anche la pericolosissima processionaria.

processionaria-filaCon l'arrivo della primavera, bellissima stagione dove sbocciano i fiori e i prati diventano di un bel verde intenso... arriva anche il pericolossissimo bruco, potremmo dire buffo nei suoi strani comportamenti ma spesso MORTALI per i nostri amici a 4 zampe.

Questi animali nello stato larvale possono essere molto pericolosi per l'uomo e addirittura letali per i cani i quali hanno l'abitudine, durante le consuete passeggiate all'aria aperta di annusare il terreno.

Il vero pericolo non sono i bruchi in sè per sè ma i miliardi di peli urticanti dei quali sono ricoperti. Questi letali peli hanno una forma ad uncino, il che gli permette di aggrapparsi alla vittima, soprattutto mucose, occhi e vie respiratorie, provocando delle pericolosissime reazioni allergice.

Gli habitat preferiti di questi animali, sono i Pini e le Querce. Il periodo più pericoloso inizia proprio con il mese di marzo, fase in cui le larve abbandonano i nidi andando in giro fino verso la fine di aprile.

pericolo-processionaria-cane
LE CONSEGUENZE DELLA PROCESSIONARIA SUL CANE

Purtroppo i sintomi di un contatto con la processionaria sono piuttosto immediati e ben visibili. Mettiamo in ordine alcuni dei sintomi più comuni così da cercare di riconoscere subito il problema. 

In questi casi il tempo è veramente denaro.
1. Copiosa e improvvisa salivazione
2. Attacchi di vomito
3. Aumento di dimensioni della lingua
4. Evidenti segni di debolezza con possibili stati febbrili
5. Rifiuto del cibo
6. Inizio del processo di necrosi della parte che è stata a contatto

peli-processionariaOvviamente difronte ad un contatto ravvicinato con il coloratissimo e pericolosissimo bruco, la cosa da fare con estrema urgenza è recarsi dal proprio veterinario.
Nel caso in cui ci si dovesse trovare lontani o comunque si fosse assistito al contatto, sarebbe ottimo riuscire a togliere dalla bocca del cane il maggior numero di peli sciacquando con acqua e bicabornato, stando molto attenti a non toccare voi stessi i peli.

Ricordatevi in questa stagione di stare lontani da pini e querce o, qualora non fosse possibile, di tenere sempre il proprio amico sott'occhio o, anche se fastidioso ricorrere alla museruola per abbassare il rischio di contatto.

NOTA LEGALE
Se vedete un nido di processionarie...

nido-processionaria-1La disinfestazione dei bruchi di processionaria in Italia è obbligatoria dal 2008, con l’entrata in vigore di un decreto ministeriale che stabilisce che “la lotta contro la processionaria del pino è obbligatoria nelle aree in cui le strutture regionali individuate per le finalità di cui al decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 214, competenti per territorio, hanno stabilito che la presenza dell’insetto minacci seriamente la salute delle persone o degli animali o la sopravvivenza del popolamento arboreo”. Deputati alla rimozione dei nidi di processionaria sono il Corpo forestale o professionisti della disinfestazione. Se la pianta infestata è in una proprietà privata la spesa della disinfestazione è a carico del proprietario del terreno.

 

Via Campania 3B+39 0744 406 995info@ centroveterinariosalema.it

footer logo

Nel Centro Veterinario Salema, gli animali da compagnia sono seguiti con grande professionalità e amore. 

Il nostro esperto staff è in grado di seguire professionalmente e accuratamente qualsiasi patologia, individuandone ogni volta le terapie più efficaci e meno invasive possibili.

Photo Gallery