Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni sottostanti dichiari di aver preso visione di questo messaggio e di accettare la raccolta di cookie durante la navigazione.

La Rubrica dei Perchè

Tante mini-pillole per spiegare alcuni dei simpatici perchè...

IL CANE E LA NEVE

Una bella corsetta in montagna può essere un vero toccasana ma....

pexels-photo-313104Inverno fa spesso rima con freddo ma anche con montagna, vacanze e soprattutto neve e sono molti quelli che appena possono lasciano lavoro e vita cittadina per trascorrere giornate circondati dal bianco. Molti sono anche quelli che con sé portano i propri amici a 4 zampe, perché una bella corsetta all’aria aperta può essere un vero toccasana.

Detto questo pero’ se si decide di portare il proprio cane con se’ e’ fondamentale avere delle accortezze. Come noi ci prepariamo con abiti particolari ad affrontare un freddo diverso da quello a cui siamo abituati, anche il cane va fatto ambientare in modo graduale, soprattutto se di piccola taglia e abituato a vivere in città e in appartamento.

pexels-photo-3358938Più l’animale è piccolo maggiore sarà il rischio e la velocità di congelamento, soprattutto delle estremità intese come zampe, coda e orecchie. Tra i cani più grandi massima attenzione va fatta con i Levrieri che, causa pelo corto, zampe e ossa sottili, nonché vascolarizzazione più superficiale, sono molto sensibili al freddo.

Nemico principale è lo sbalzo di temperatura che può generare patologie da raffreddamento come polmoniti e bronchiti. E’ allora bene coprire i proprio amici a 4 zampe con indumenti scelti con cura in tessuto rigorosamente  impermeabile.

Altro grande problema possono essere le gastroenteriti, motivo per il quale, oltre a tenere l’intestino dell’animale al caldo, sarebbe il caso di fare molta attenzione che i cani non mangino o bevano la neve, per loro è sicuramente un modo per conoscere l’ambiente circostante che porta però a conseguenze decisamente poco piacevoli.

L’ultimo aspetto che vale la pena sottolineare è la cura delle zampe. I polpastrelli del cane abituato a vivere in città non sono sicuramente pronti ad affrontare ghiaccio e neve. Per questo motivo sarà importante fare attenzione che l’animale non sosti per troppo tempo sul bagnato. Lesioni, fastidi ed infezioni possono nascere anche dal ripetuto calpestio del sale anti ghiaccio che spesso viene sparso nelle città di montagna. La cosa importante allora, una volta rientrati dalla passeggiata, sarà quella di spazzolare accuratamente il pelo del cane e asciugargli le zampe, anche e soprattutto tra i polpastrelli per evitare il formarsi di fastidiosi accumuli di ghiaccio.

Via Campania 3B+39 0744 406 995info@ centroveterinariosalema.it

footer logo

Nel Centro Veterinario Salema, gli animali da compagnia sono seguiti con grande professionalità e amore. 

Il nostro esperto staff è in grado di seguire professionalmente e accuratamente qualsiasi patologia, individuandone ogni volta le terapie più efficaci e meno invasive possibili.

Photo Gallery